Vendemmia 2021, i ragazzi de “L’Orto di Paolo” nelle vigne di Angela Velenosi con nuovi progetti

Vendemmia 2021, i ragazzi de “L’Orto di Paolo” nelle vigne di Angela Velenosi con nuovi progetti

Dopo la prima, felice esperienza del 2020, alcuni degli ospiti del Centro Diurno Socio-Educativo per l’autismo L’Orto di Paolo, gestito dalla Cooperativa Sociale Pa.Ge.F.Ha Onlus di Ascoli Piceno, sono tornati nelle vigne di Angela Velenosi, la signora del Piceno, per realizzare insieme una nuova vendemmia. Se l’anno scorso il lavoro sinergico tra i ragazzi, gli educatori e il team di Velenosi Vini aveva portato alla nascita del Falerio DOC in edizione limitata (con etichetta realizzata dagli stessi ospiti del Centro e i cui proventi della vendita sono stati interamente devoluti alla struttura ascolana), per questo secondo appuntamento tra i filari L’Orto di Paolo si è posto nuovi obiettivi di crescita e […]

Leggi tutto »
I vigneti surreali di Lanzarote: un reportage… “vulcanico”

I vigneti surreali di Lanzarote: un reportage… “vulcanico”

di Carmen De Falco          Lanzarote è il luogo dove terra, fuoco, aria ed acqua si sono fusi e continuano ad amalgamarsi armoniosamente creando un paesaggio unico ed emozionante. L’isola fa innamorare di sé già a prima vista, quando atterrando si intravede dal finestrino dell’aereo, con la sua terra nera lambita dall’oceano, le case bianche e le palme verdi. Scoperta da un italiano nel 1312, il genovese Lanzerotto Malocello, da cui prende il nome, è l’isola più ad est delle otto che compongono l’arcipelago delle Canarie, quella più vicina alla costa africana e la più selvaggia. La […]

Leggi tutto »
Il metodo Asolo Montello per la viticoltura sostenibile

Il metodo Asolo Montello per la viticoltura sostenibile

Il Metodo Asolo Montello è realtà. Dopo alcuni mesi di lavoro, il Consorzio Vini Asolo Montello ha infatti adottato il documento programmatico con lo scopo di favorire una viticoltura integrata a bassa chimicizzazione attraverso tecniche viticole sostenibili e responsabili. Obiettivo del Metodo, fortemente voluto dal consiglio d’amministrazione del Consorzio, è la salvaguardia del territorio e del paesaggio, oltre che della salute dei cittadini. “Attraverso questo strumento – spiega Ugo Zamperoni, Presidente del Consorzio Asolo Montello e tra gli estensori del documento – intendiamo promuovere quelle pratiche che permettono una corretta coltivazione della vite, diminuendo così l’utilizzo di agenti chimici. Dopo il […]

Leggi tutto »
I campioni della tenuta Antonelli

I campioni della tenuta Antonelli

V.F.   Trebium Spoleto Doc 2016 Il Trebbiano Spoletino è un’antica varietà autoctona dell’Umbria, diffusa nel territorio compreso tra Montefalco e Spoleto. Più risalente rispetto al Grechetto, anche se quest’ultimo è più diffuso. Non si tratta di un clone del Trebbiano, ma di un vitigno autonomo. Questa versione in purezza di tenuta Antonelli è il frutto di una selezione massale di antiche piante della proprietà. I vigneti sono in collina, a circa 350 m di altitudine ed esposti a ovest. La vendemmia si svolge manualmente nella seconda metà di ottobre. Dopo la macerazione pellicolare e la pressatura soffice, fermenta in […]

Leggi tutto »
Siccità: in Lombardia avremo meno uva. Ma sarà più buona

Siccità: in Lombardia avremo meno uva. Ma sarà più buona

Il clima pazzo ha lasciato il segno sui vigneti della Lombardia con un taglio medio del 20% sui raccolti. E’ quanto stima la Coldiretti regionale in occasione della vendemmia che parte con i primi grappoli di pinot e chardonnay staccati sulle colline della Franciacorta a Coccaglio (Brescia), mentre l’ultima raccolta sarà fra settembre e ottobre in Valtellina. E se in alcune zone le rese sono in calo del 30% con punte anche del 50%, a causa delle gelate della scorsa primavera che hanno colpito a macchia di leopardo, il caldo e la siccità di questi ultimi mesi hanno esaltato la qualità e la maturazione dei grappoli.   Lombardia: vini […]

Leggi tutto »
Arte e vino: il turismo enogastronomico tra calici e design

Arte e vino: il turismo enogastronomico tra calici e design

Vittorio Ferla   Quale migliore ricetta per lo sviluppo del nostro Paese che abbinare enogastronomia, turismo e arte? Cosa di meglio per dare nuovo slancio competitivo e valorizzare al meglio i nostri asset strategici? Gli ambiti in cui siamo al primo posto, per i quali siamo più noti tra i turisti internazionali, sono cibo, vino, arte, design e paesaggio. E quando tutto questo si combina in un’offerta integrata la proposta è dirompente.   Le cantine d’arte tra vigneto e design I dati confermano che i turisti enogastronomici sono in forte crescita. Non solo: il 93% dei turisti vuole vivere esperienze enogastronomiche memorabili in un viaggio, il 49% è spinto […]

Leggi tutto »