Tra Nero d’Avola e Moscato: Riofavara, un gioiello del Val di Noto

Tra Nero d’Avola e Moscato: Riofavara, un gioiello del Val di Noto

di Vittorio Ferla   “A metà degli anni ’90 assaggio un Eloro Pachino. Era spettacolare. Ho capito che in questa zona si poteva fare dell’ottimo vino. Noi dovevamo decidere che cosa fare: estirpare o iniziare l’avventura della vinificazione? Allora non avevamo ancora la cantina, ma cominciammo a imbottigliare. Avevamo il magazzino come punto di appoggio e poco a poco siamo diventati autonomi. Nel frattempo, ci siamo concentrati sul mercato estero”. Massimo Padova, uomo di grande umanità e cultura, dal sorriso ironico tipico di molti siciliani, ci racconta così l’esordio della sua azienda, la cantina Riofavara, dal nome del fiume che […]

Leggi tutto »
Il metodo Asolo Montello per la viticoltura sostenibile

Il metodo Asolo Montello per la viticoltura sostenibile

Il Metodo Asolo Montello è realtà. Dopo alcuni mesi di lavoro, il Consorzio Vini Asolo Montello ha infatti adottato il documento programmatico con lo scopo di favorire una viticoltura integrata a bassa chimicizzazione attraverso tecniche viticole sostenibili e responsabili. Obiettivo del Metodo, fortemente voluto dal consiglio d’amministrazione del Consorzio, è la salvaguardia del territorio e del paesaggio, oltre che della salute dei cittadini. “Attraverso questo strumento – spiega Ugo Zamperoni, Presidente del Consorzio Asolo Montello e tra gli estensori del documento – intendiamo promuovere quelle pratiche che permettono una corretta coltivazione della vite, diminuendo così l’utilizzo di agenti chimici. Dopo il […]

Leggi tutto »
Maggio Vini: territorio e biodiversità per il Cerasuolo di Vittoria

Maggio Vini: territorio e biodiversità per il Cerasuolo di Vittoria

Vittorio Ferla   L’azienda agricola di Massimo Maggio sorge nel cuore di un territorio unico, in provincia di Ragusa. Questa è la patria del Cerasuolo di Vittoria, unica docg della Sicilia. Secondo la leggenda il fiume Dirillo, che scorre al centro di queste valli, fu il primo approdo di Enea in Europa. Ma qui le viti si coltivavano già, sin dalla fondazione di Kamarina da parte dei siracusani: nel parco archeologico a due passi dall’azienda Maggio, monete e anfore vinarie portano ancor oggi le tracce dell’antica storia vitivinicola di questo territorio.   Nel segno della biodiversità “L’azienda Maggio esiste da […]

Leggi tutto »