Tra Nero d’Avola e Moscato: Riofavara, un gioiello del Val di Noto

Tra Nero d’Avola e Moscato: Riofavara, un gioiello del Val di Noto

di Vittorio Ferla   “A metà degli anni ’90 assaggio un Eloro Pachino. Era spettacolare. Ho capito che in questa zona si poteva fare dell’ottimo vino. Noi dovevamo decidere che cosa fare: estirpare o iniziare l’avventura della vinificazione? Allora non avevamo ancora la cantina, ma cominciammo a imbottigliare. Avevamo il magazzino come punto di appoggio e poco a poco siamo diventati autonomi. Nel frattempo, ci siamo concentrati sul mercato estero”. Massimo Padova, uomo di grande umanità e cultura, dal sorriso ironico tipico di molti siciliani, ci racconta così l’esordio della sua azienda, la cantina Riofavara, dal nome del fiume che […]

Leggi tutto »
I vini di Feudo Ramaddini: tipiche espressioni del territorio di Noto

I vini di Feudo Ramaddini: tipiche espressioni del territorio di Noto

Note Nere Nero d’Avola Doc Sicilia 2014 100% Nero d’Avola. I vigneti sono siti a 50 metri s.l.m., su terreno  calcareo con tessitura fine nelle vicinanze di PortoPalo. Resa per ettaro: 100 q.li. – 2 kg per pianta. Metodo di allevamento: controspalliera cordone speronato. La vendemmia si svolge nella terza decade di settembre. Macerazione con le bucce per 8-10 giorni. Affinamento: 80% in silos d’acciaio per 12 mesi, 20% in tonneau per 12 mesi, poi in bottiglia per 3 mesi. Gradazione alcolica: 13 % vol. Colore rosso brillante, non troppo carico, vivace e luminoso. Naso pulito, nitido, intenso di frutta […]

Leggi tutto »
Feudo Ramaddini: il Magazzino del vino con vista sul mare di Marzamemi

Feudo Ramaddini: il Magazzino del vino con vista sul mare di Marzamemi

Vittorio Ferla   Marsà al Hamen in arabo significa rada delle tortore. Da questo termine che ricorda il passaggio abbondante di questi uccelli in primavera deriva il nome del piccolo borgo di Marzamemi, piccola frazione del vicino comune di Pachino, in provincia di Siracusa.   Nel borgo marinaro di Marzamemi Marzamemi viene fondata intorno all’anno mille. Grazie al porto – e alla ferrovia costruita nel 1935 – inizia a commerciare con il mondo esterno. Intorno a questo remoto borgo, situato nella parte più a sud della Sicilia, è possibile scoprire chiese, palazzi d’epoca, tonnare, riserve naturali, spiagge incontaminate e scorci […]

Leggi tutto »