Gli orii del Lazio. I vincitori del concorso dell’olio

Gli orii del Lazio. I vincitori del concorso dell’olio

Quest’anno saranno 10 le etichette del Lazio che approderanno alla selezione finale dell’Ercole Olivario: un risultato straordinario che colloca la regione al secondo posto tra le 17 regioni italiane partecipanti. In passato, su 26 edizioni dell’Ercole, gli oli extra vergine della regione Lazio sono saliti sul podio nazionale con più olii nelle diverse categorie, in occasione di ben 24 edizioni a dimostrazione del primato qualitativo del Lazio che vanta radici antiche. La selezione si conferma come una importante certezza per le imprese facendo registrare la partecipazione di 38 aziende per un totale di 45 etichette, con una lieve prevalenza della […]

Leggi tutto »
Non solo vino: a Clavesana lo spettacolo solenne dei Calanchi

Non solo vino: a Clavesana lo spettacolo solenne dei Calanchi

Sulla rivista DOVE di dicembre 2018, tra i tanti suggerimenti di viaggi intelligenti, c’era anche quello da farsi a Clavesana a cavallo del fiume Tanaro e i suoi Calanchi. “Piccolo mondo antico” era il titolo dell’articolo, dove l’autore, il giornalista Stefano Tesi, ad un certo punto parla così dei calanchi: “Il loro spettacolo è magnifico, a tratti solenne”. Ecco: l’obiettivo dell’evento “Calcare la scena / Calanchi Land Art” – che si svolgerà il 31 agosto 2019 (v. programma più sotto) – è valorizzare i Calanchi facendo conoscere a una platea sempre più ampia, la bellezza dei nostri paesaggi e l’unicità […]

Leggi tutto »
Italia a Ferragosto: la mappa dei piatti più amati

Italia a Ferragosto: la mappa dei piatti più amati

di Alessandra Moneti   Da una parte il miraggio dell’abbuffata e della tavola delle ricorrenze, dall’altra la praticità del piatto unico perché col caldo e in vacanza pochi amano inchiodarsi in maratone gastronomiche. A Ferragosto, secondo una indagine di Cna Agroalimentare, trionfa la cucina della nonna ma il gusto si fa easy mandando in soffitta la scansione dei pasti in antipasto, primo, secondo e dessert.   Dall’anguria alla grigliata: la top ten di Ferragosto La “top ten” culinaria stilata dalla Confederazione dell’Artigianato e della Piccola e media impresa segnala un grande ritorno della lasagna, declinata anche come timballo o vincisgrassi, […]

Leggi tutto »
Open Colonna cambia sede: da Palaexpo a Termini

Open Colonna cambia sede: da Palaexpo a Termini

La porta rossa dello chef Antonello Colonna si apre a nuove imprese. Entro dicembre l’Open Colonna che da dodici anni anima l’attico del Palazzo delle Esposizioni a Roma si trasferisce alla Stazione Termini, nei monumentali spazi dell’Ala Mazzoniana, dove cambia format e si chiamerà Open Bistrot. Anche la porta rossa, simbolo dell’esperienza di ristorazione avviata a 28 anni da Antonello Colonna a Labico, a Sud della capitale, oggi “Antonello Colonna Resort e Spa”, una stella Michelin, lascerà Palaexpo. “Stiamo traghettando l’Open – annuncia all’ANSA il ristoratore romano – dopo dodici anni non eravamo più interessati al rinnovo della convenzione e […]

Leggi tutto »
Che successo la birra agricola! Ma tuteliamo il made in Italy

Che successo la birra agricola! Ma tuteliamo il made in Italy

Il movimento della birra agricola e artigianale italiana è in grande crescita. Proprio l’estate vede un aumento dei consumi di birra fresca adatta per ogni momento della giornata.   Un Consorzio per la birra agricola italiana E proprio l’estate del 2019 sarà ricordata come l’inizio del cammino del Consorzio a tutela della birra artigianale Made in Italy che garantisce l’origine delle materie prime, dal luppolo all’orzo e la lavorazione artigianale contro la proliferazione di finte birre artigianali e l’omologazione dei grandi marchi mondiali. L’inaugurazione risale al giugno scorso nel corso di un evento a Roma a Palazzo Rospigliosi sotto l’egida […]

Leggi tutto »
Valle dell’Acate, l’eleganza del Cerasuolo di Vittoria

Valle dell’Acate, l’eleganza del Cerasuolo di Vittoria

di Vittorio Ferla   Per raggiungere la cantina Valle dell’Acate, a pochi chilometri dalla cittadina di Acate, bisogna muoversi tra strade di provincia nel ventre della Sicilia più profonda. Si arriva alla fine in una piana di tipo “mesopotamico”, una zona tra i fiumi Ippari e Dirillo che oggi è asciutta ma che un tempo era solcata da abbondanti acque fluviali. L’ingresso è un monumentale viale di palme.   Nella terra del Cerasuolo “Questa terra, che fa parte dell’areale del Cerasuolo di Vittoria, affonda la sua storia su solide radici vitivinicole. Lo testimoniano il ritrovamento di anfore di vini portate […]

Leggi tutto »
Tra Nero d’Avola e Moscato: Riofavara, un gioiello del Val di Noto

Tra Nero d’Avola e Moscato: Riofavara, un gioiello del Val di Noto

di Vittorio Ferla   “A metà degli anni ’90 assaggio un Eloro Pachino. Era spettacolare. Ho capito che in questa zona si poteva fare dell’ottimo vino. Noi dovevamo decidere che cosa fare: estirpare o iniziare l’avventura della vinificazione? Allora non avevamo ancora la cantina, ma cominciammo a imbottigliare. Avevamo il magazzino come punto di appoggio e poco a poco siamo diventati autonomi. Nel frattempo, ci siamo concentrati sul mercato estero”. Massimo Padova, uomo di grande umanità e cultura, dal sorriso ironico tipico di molti siciliani, ci racconta così l’esordio della sua azienda, la cantina Riofavara, dal nome del fiume che […]

Leggi tutto »
In treno sull’Etna in cerca di vini e sapori. Parla Gina Russo

In treno sull’Etna in cerca di vini e sapori. Parla Gina Russo

La “Strada del Vino e dei Sapori dell’Etna” riparte con una rinnovata ambizione. Ne ha parlato con GnamGlam Gina Russo, presidente della Strada da novembre 2018. Donna del vino siciliano, Gina è titolare delle Cantine Russo che hanno sede nella Contrada Solicchiata Crasà di Castiglione di Sicilia, sul versante Nord dell’Etna: “Il sistema della Strada del Vino – ci racconta – è articolato perché non coinvolge soltanto le cantine ma anche gli alberghi, gli agriturismi, i produttori di formaggi, salumi e conserve. In totale 110 associati da Riposto, paese che si affaccia sul mare, fino all’Etna”.  I progetti in corso […]

Leggi tutto »
Concorso Vino è Musica: ecco la lista dei vini premiati

Concorso Vino è Musica: ecco la lista dei vini premiati

Nei giorni scorsi si è svolto a Grottaglie il Concorso Vino è Musica giunto alla VII edizione. Oltre 200 etichette degustate da una giuria di esperti – tra i quali il nostro Vittorio Ferla – per fare il punto sulla produzione vitivinicola del Sud, in particolare quella pugliese. Qui la lista (grezza) dei vini premiati nell’ambito delle 10 batterie valutate. In evidenza le Gran Medaglie d’Oro (9 in tutto). Nei prossimi giorni vi proporremo alcuni focus sui singoli vitigni: non perdeteli!   GRAN MEDAGLIE D’ORO ROSATI – Petali 2018 Cantina Pruvas  VITIGNI ROSSI MINORI – Antieri 2017 Schola Sarmenti (Susumaniello) NERO DI […]

Leggi tutto »
I Masanielli e Pepe in grani sono le migliori pizzerie del mondo

I Masanielli e Pepe in grani sono le migliori pizzerie del mondo

Inedito ex aequo al vertice di 50 Top Pizza, la prima e più importante guida on-line di settore giunta alla sua terza edizione. Le migliori pizzerie d’Italia e del mondo del 2019 sono due: I Masanielli di Francesco Martucci (Caserta) e Pepe in Grani di Franco Pepe (Caiazzo, CE). Una prima volta da numero uno per Martucci, la terza, consecutiva, per Pepe. In terza piazza 50 Kalò di Ciro Salvo (Napoli). Il pizzaiolo partenopeo fa inoltre incetta di riconoscimenti internazionali grazie alla sua sede londinese: 50 Kalò di Ciro Salvo Pizzeria London, dopo il primo posto in 50 Top Europe, […]

Leggi tutto »
Il metodo Asolo Montello per la viticoltura sostenibile

Il metodo Asolo Montello per la viticoltura sostenibile

Il Metodo Asolo Montello è realtà. Dopo alcuni mesi di lavoro, il Consorzio Vini Asolo Montello ha infatti adottato il documento programmatico con lo scopo di favorire una viticoltura integrata a bassa chimicizzazione attraverso tecniche viticole sostenibili e responsabili. Obiettivo del Metodo, fortemente voluto dal consiglio d’amministrazione del Consorzio, è la salvaguardia del territorio e del paesaggio, oltre che della salute dei cittadini. “Attraverso questo strumento – spiega Ugo Zamperoni, Presidente del Consorzio Asolo Montello e tra gli estensori del documento – intendiamo promuovere quelle pratiche che permettono una corretta coltivazione della vite, diminuendo così l’utilizzo di agenti chimici. Dopo il […]

Leggi tutto »