Camilleri e la ricetta della pasta ‘ncasciata

Camilleri e la ricetta della pasta ‘ncasciata

Andrea Camilleri non c’è più da pochi giorni. Ma come tutti i grandi scrittori, ci ha lasciato in eredità una tale quantità di opere che potremo non sentirci mai, per fortuna, del tutto orfani di una perdita così grande. In gran parte dei suoi libri, lo scrittore e sceneggiatore, originario di Porte Empedocle, ha tracciato un ritratto fedelissimo della sua Sicilia in cui, in “viganese” – la lingua da lui coniata – racconta storie anche di cultura gastronomica. A partire da come descrive questo “miscuglio” di italiano e siciliano, frutto di un duro lavoro di elaborazione: […] Non si tratta di incastonare […]

Leggi tutto »
Ceviche alla filippina: la ricetta

Ceviche alla filippina: la ricetta

È il piatto di pesce crudo marinato tipico delle isole del sud-est asiatico, che usa l’aceto, gli agrumi, ma anche la morbidezza del latte di cocco. Risultato? Da provare subito a casa! La varietà del cibo etnico è grande quanto il mondo. Per questo, chi non ama il gusto un po’ acido del tradizionale ceviche peruviano, o magari è stanco di mangiare i soliti boquerones spagnoli, può scegliere il meno conosciuto, ma eccezionale: il kinilaw. Il kinilaw è il piatto tradizionale filippino. Secondo alcune ricerche archeologiche, esisteva come tecniche di cottura nell’arcipelago asiatico anche prima della colonizzazione spagnola, prima dell’arrivo di cinesi, giapponesi e […]

Leggi tutto »
Il rustico leccese: un morso di felicità (e besciamella)

Il rustico leccese: un morso di felicità (e besciamella)

di Ilaria Donatio “Ci mangiamo un rustico?”. La proposta (indecente) mi giunge da un’amica mentre siamo al mare, per la precisione in ammollo. Io la guarda stupita – del tipo: “siamo sulla spiaggia: non si usa più lo spuntino leggero, zero grassi, per stare a posto con la propria coscienza estiva?” – ma la tentazione è più forte di qualsiasi velleità dietetica e, dunque, ritrovarsi al baracchino che vende rustici e pucce, è un attimo. E allora andiamo di rustico! Un morso di pura felicità, un simbolo semplice e goloso del mio Salento, dove non ci sono bar o rosticcerie […]

Leggi tutto »
Tutto il sole del Sud nei pomodori secchi

Tutto il sole del Sud nei pomodori secchi

Cosa c’è di più profondamente mediterraneo dei pomodori secchi, magari accompagnati da una manciata di capperi? Puglia, Calabria e Sicilia vantano tantissime ricette che hanno per protagonista, proprio il sapore – deciso e gustoso – dei pomodori secchi.  Per non parlare delle immagini bellissime che gli Instagrammer del Sud Italia e i viaggiatori più attenti – condividono in Rete: distese di graticci rossi disposti sotto il sole a essiccare. E allora, ecco qualche “istruzione per l’uso“, se voleste preparare la vostra riserva annuale di pomodori secchi.   Come essiccare i pomodori La migliore varietà di pomodori da impiegare per ottenere i […]

Leggi tutto »
Ogni segno ha il suo piatto: il Cancro!

Ogni segno ha il suo piatto: il Cancro!

Come i nati sotto il segno del Toro, anche i cancerini possono essere piuttosto cocciuti, quel che è certo è che lo sono nei progetti che gli stanno a cuore. Rispetto alle cose e alle persone che più amano rischiano di apparire, invece, un po’ “appiccicosi” e anche un tantino troppo emotivi. Il miglior piatto che voi possiate preparare al vostro partner del Cancro, è semplice e “retrò” come i “maccheroni cheese”, maccheroni ricoperti da una crema di formaggi e gratinati in forno, molto gustosi e tipici degli Usa dove vengono chiamati anche mac and cheese. Pensate che una delle prime ricette, chiamata “macaroni […]

Leggi tutto »
Ogni segno ha il suo piatto: il Toro!

Ogni segno ha il suo piatto: il Toro!

  Il Toro è famoso per essere, molto spesso, ostinato e inflessibile ma queste caratteristiche negative non hanno più peso di quelle positive. I nati sotto questo segno sono estremamente amorevoli e pazienti, per non parlare della loro tenacia. La loro rigidità potrebbe costituire un po’ un problema quando hanno a che fare con la cucina e il cibo. Un piatto di spaghetti è sempre un’ottima base da cui partire e il Toro sarà felice di poter contare su qualcosa di così familiare. Ma se vuoi incoraggiare il tuo partner a uscire fuori dal proprio guscio, allora provate con gli […]

Leggi tutto »
Ogni segno ha il suo piatto: l’Ariete!

Ogni segno ha il suo piatto: l’Ariete!

Le persone nate sotto il segno dell’Ariete sono ambiziose, spontanee e super competitive. Ma quello di cui proprio non sono dotate è la pazienza. Se il tuo partner è un/una Ariete e stai preparando per lui un pranzo di cinque portate, faresti meglio a fargli trovare tutto pronto. Altrimenti, è preferibile puntare su un pasto buono e magari salutare che non prenda troppo tempo. Come la Shakshuka. Si tratta di un nome poco conosciuto per un piatto la cui difficoltà è pari allo zero, con il massimo di soddisfazione a risultato raggiunto! Un piatto tipico mediorientale a base di uova, cipolla, pomodori, peperoni e […]

Leggi tutto »
Ed è co(s)toletta alla milanese Day

Ed è co(s)toletta alla milanese Day

  La famosa Costoletta alla Milanese – versione più accreditata di “cotoletta” secondo l’Accademia Italiana della Cucina – tradizionale piatto lombardo ricavato dalla lombata del vitello, è stato il piatto ufficiale, quest’anno, della Giornata mondiale delle Cucine Italiane, celebrata annualmente da migliaia di chef, ristoranti e food lovers in tutto il mondo, ogni 17 gennaio.   La storia di un piatto taroccato Un piatto tipico del Made in Italy, la costoletta o cotoletta, troppo spesso taroccato senza alcun rispetto per gli ingredienti e la ricetta originali, come informa Coldiretti. Le sue origini  si ritrovano in quei lombolos cum panitio di cui si parla nella lista di un pranzo offerto il 17 […]

Leggi tutto »
Animelle alla birra, noce moscata e cardi

Animelle alla birra, noce moscata e cardi

RICETTA DI AURORA MAZZUCCHELLI – RISTORANTE MARCONI Ingredienti per 4 persone: 500gr di animelle di vitello fresche 10gr di aceto bianco Burro 100gr Sale Pepe Prezzemolo 1 mazzetto Cardi a piacimento (solitamente 1 cardo) 1 birra da 33cl Birra Pilsner Urquell Noce moscata Aglio Olio EVO 1 foglia di alloro Preparazione: Mettere a spurgare in acqua, ghiaccio e aceto 500 gr di animelle di vitello fresche, questo per 4 giorni circa. Scolarle, levare pellicine e superfluo, sbollentare all’interno della birra per qualche minuto da quando prende il bollore. Scolarle, raffreddare con acqua e ghiaccio, riporle in un sacchettino sotto vuoto […]

Leggi tutto »