Il Dolcetto di Clavesana: il Piemonte autentico, tra arte e vino

Il Dolcetto di Clavesana: il Piemonte autentico, tra arte e vino

di Vittorio Ferla   “Lavoro a Clavesana da 42 anni. Ne conosco molto bene la storia. Nel 1959 qui si partì con 32 viticultori. Oggi sono in tutto 280. L’area della cooperativa conta 400 ettari. Di questi, l’80% è dedicato al Dolcetto. Il restante 20% si divide tra Barbera (25 ha) e Nebbiolo (16 ha). Produciamo 10 mila ettolitri di vino. Più di 9 mila come docg Dogliani”. A parlare è Anna Bracco, direttore generale di Cantina Clavesana dal 2002 ad oggi. Clavesanese doc, Anna Bracco era approdata in Clavesana nel 1975, ricoprendo differenti ruoli. Sotto la sua guida Clavesana […]

Leggi tutto »
Tenuta Bastonaca: una giovane azienda nel cuore del Cerasuolo di Vittoria

Tenuta Bastonaca: una giovane azienda nel cuore del Cerasuolo di Vittoria

di Vittorio Ferla   La zona del Cerasuolo di Vittoria – l’unica docg siciliana – è una tra le più interessanti in Sicilia. Ma ancora tutta da scoprire. Da qui verranno certamente, nei prossimi anni, importanti soprese per l’enologia dell’isola.   Nelle campagne di Vittoria, in provincia di Ragusa All’interno di quest’area così ricca di potenzialità abbiamo incrociato i vini di una giovane azienda, gestita da Silvana Raniolo, che si dedica al settore marketing e comunicazione, e dal marito Giovanni Calcaterra, più attento alla vita dei campi e alla ristrutturazione della cantina. Il nome dell’azienda – Tenuta Bastonaca – deriva […]

Leggi tutto »
Elmo: il nuovo vitigno autoctono della Valpolicella

Elmo: il nuovo vitigno autoctono della Valpolicella

Si chiama Elmo ed è una nuova varietà a bacca rossa, scoperta da Cantina Valpantena Verona in un piccolo vigneto della Valdonega, area collinare che sovrasta il centro cittadino della città scaligera.   Un’uva di nome Elmo Il ritrovamento risale ancora al 2009, ma solo in questi giorni si è conclusa l’attività di identificazione. Un’uva dai grappoli spargoli e acini scuri, ricchi di polifenoli e antociani: l’analisi molecolare ha dimostrato che non ha nessuna associazione con varietà finora conosciute.  Le è stato quindi dato il nome di Elmo.  Contemporaneamente, il vitigno è stato individuato anche a Valgatara, nel comune di […]

Leggi tutto »
ABCvino – Collisioni 2017 con i vini di Elvio Cogno e la cucina de La Ciau del Tornavento

ABCvino – Collisioni 2017 con i vini di Elvio Cogno e la cucina de La Ciau del Tornavento

di Fabio Ciarla   Come raccontare il Festival Collisioni su GnamGlam se non con la serata più glam e più gnam dell’intera manifestazione? Non è una gara, non ce ne vogliano le altre aziende visitate (ciascuna unica e speciale a suo modo), ma cenare a bordo piscina con vista sui vigneti, potendo assaporare una cucina di altissimo livello, non capita tutti i giorni. Il Progetto Vino a Collisioni Dopo una faticosa giornata di degustazioni nel Castello di Barolo siamo arrivati, con uno dei tre gruppi di esperti internazionali chiamati a partecipare al Progetto Vino del Festival Collisioni di Barolo (12-19 […]

Leggi tutto »
Cronaca di un viaggio nelle terre del Negroamaro

Cronaca di un viaggio nelle terre del Negroamaro

di Ilaria Donatio   Quante regioni esistono in Puglia? E quante vegetazioni, microclimi, tradizioni? Nei 400 chilometri di terra che si distendono tra Adriatico e Jonio,  tutto parla due lingue: quella della terra e quella del mare.  Raffaele Nigro – giornalista e scrittore, lucano d’origine e pugliese di adozione – scrive: “La Puglia è un continente” che diventa “friabile e aspro” nel Salento. “Friabile e aspro” per definire questo pezzo di Italia – il più a Est di tutti – è bellissimo.  Friabile per la sua pietra leccese – calcarea, facile da lavorare – e bianchissima. E aspro per la natura rigogliosa, […]

Leggi tutto »
Etna: quel teatro di vigne sul mare. Radici e novità per il Barone di Villagrande

Etna: quel teatro di vigne sul mare. Radici e novità per il Barone di Villagrande

  di Vittorio Ferla   Dal poggio della tenuta del Barone di Villagrande sull’Etna si gode di una vista spettacolare: a destra si può ammirare l’anfiteatro di vigne, ormai assurto ad icona dell’azienda; a sinistra, la valle che degrada verso il mare Ionio. Cominciamo la nostra visita proprio da qui.   Un anfiteatro di fronte al mare “Abbiamo in tutto 18 ettari. Di questi, 16 stanno di fronte a noi e ospitano le piante di Nerello e Carricante. Gli altri due ettari stanno a Salina dove produciamo la Malvasia delle Lipari. Le nostre vigne vanno dai 40 agli 80 anni […]

Leggi tutto »
Colle Picchioni, quell’isola di qualità a Marino

Colle Picchioni, quell’isola di qualità a Marino

di Vittorio Ferla   “Lo vedi, ecco Marino/la sagra c’è dell’uva/fontane che danno vino/quant’abbondanza c’è”. Chi non ricorda questo ritornello di Nannì Nannì, magari nella versione cantata da Gabriella Ferri? Un ritornello nato per rappresentare gli antichi fasti della viticoltura dei Castelli romani. Peccato che, nel corso degli anni, sulla genuina allegria di questa tradizione abbia preso il sopravvento l’atmosfera sempre più grossolana di osterie trasandate. Peccato che l’abbondanza di vini si sia risolta in una produzione di sempre più bassa qualità.   L’avventura di Paola Di Mauro Proprio nelle campagne di Marino, nascosta tra le traverse, si trova la tenuta […]

Leggi tutto »
Feudo Ramaddini: il Magazzino del vino con vista sul mare di Marzamemi

Feudo Ramaddini: il Magazzino del vino con vista sul mare di Marzamemi

Vittorio Ferla   Marsà al Hamen in arabo significa rada delle tortore. Da questo termine che ricorda il passaggio abbondante di questi uccelli in primavera deriva il nome del piccolo borgo di Marzamemi, piccola frazione del vicino comune di Pachino, in provincia di Siracusa.   Nel borgo marinaro di Marzamemi Marzamemi viene fondata intorno all’anno mille. Grazie al porto – e alla ferrovia costruita nel 1935 – inizia a commerciare con il mondo esterno. Intorno a questo remoto borgo, situato nella parte più a sud della Sicilia, è possibile scoprire chiese, palazzi d’epoca, tonnare, riserve naturali, spiagge incontaminate e scorci […]

Leggi tutto »
Maggio Vini: territorio e biodiversità per il Cerasuolo di Vittoria

Maggio Vini: territorio e biodiversità per il Cerasuolo di Vittoria

Vittorio Ferla   L’azienda agricola di Massimo Maggio sorge nel cuore di un territorio unico, in provincia di Ragusa. Questa è la patria del Cerasuolo di Vittoria, unica docg della Sicilia. Secondo la leggenda il fiume Dirillo, che scorre al centro di queste valli, fu il primo approdo di Enea in Europa. Ma qui le viti si coltivavano già, sin dalla fondazione di Kamarina da parte dei siracusani: nel parco archeologico a due passi dall’azienda Maggio, monete e anfore vinarie portano ancor oggi le tracce dell’antica storia vitivinicola di questo territorio.   Nel segno della biodiversità “L’azienda Maggio esiste da […]

Leggi tutto »
Il Capocollo di Santoro: tra le cose buone che il mondo ci invidia

Il Capocollo di Santoro: tra le cose buone che il mondo ci invidia

Nel cuore della Valle D’Itria – zona collinare al centro della piattissima Puglia, racchiusa  tra i comuni di Cisternino, Locorotondo e Martina Franca – a Cisternino, opera il salumificio Santoro. Qui il sapore dei salumi nella fase di stagionatura prende corpo proprio grazie all’aria, che spira dall’Adriatico o dallo Ionio a seconda dei venti. È la zona in cui sorgono i famosi “trulli” ma è anche quella in cui si conservano i boschi di fragno: “una quercia” si legge sulla sito dell’azienda – “presente solo in quest’area della regione – le cui ghiande sono, da secoli, alimento per suini allevati […]

Leggi tutto »