A Vinitaly con Equalitas: nove pionieri della sostenibilità

A Vinitaly con Equalitas: nove pionieri della sostenibilità

Sono toscane, pugliesi e lombarde, le prime nove aziende italiane a ricevere la certificazione Equalitas, lo standard che attesta il livello sostenibile dalla cantina alla bottiglia, passando per il territorio. Si tratta di sei cantine toscane, due pugliesi e una dalla Lombardia: i primi nove ‘pionieri’ che, il 16 aprile, a Vinitaly, hanno ricevuto la certificazione Equalitas, nata con l’obiettivo di aggregare le imprese del settore vitivinicolo per dare una visione omogenea su questo tema e creare un modello unico e condiviso fra i rappresentanti di filiera. Gli attestati sono stati consegnati alla Fiera di Verona, alla presenza, tra gli altri, […]

Leggi tutto »
I vini di Toscana, Piemonte e Veneto sul podio Wine Spectator

I vini di Toscana, Piemonte e Veneto sul podio Wine Spectator

È la Toscana la regione più rappresentata nei “Finest Italian Wines: 100 Great Producers”, la selezione di 107 griffe del vino italiano per OperaWine, dei migliori produttori del Belpaese secondo Wine Spectator presentata al Wine2wine di Veronafiere. Toscana sul podio Con quasi un quarto (25) delle 107 etichette in lista, la regione di Giotto e Leonardo si aggiudica il primo gradino del podio seguita da Piemonte (16 vini) e Veneto (15 vini). La classifica regionale vede dunque primeggiare la Toscana, seguita da Piemonte e Veneto, con poi 9 produttori selezionati in Sicilia, 5 della Campania, 4 del Friuli Venezia Giulia, […]

Leggi tutto »
Le Cimate a Montefalco: alla scoperta della provincia umbra

Le Cimate a Montefalco: alla scoperta della provincia umbra

di Vittorio Ferla   E’ sempre un piacere attraversare la provincia umbra, così raccolta e intima, alla scoperta delle sue chicche enogastronomiche e delle persone genuine, laboriose e generose che la abitano. Una di queste è Paolo Bartoloni, un giovane viticultore che – rinnovando la tradizione familiare – ha avviato da alcuni anni una bella impresa nella zona del Sagrantino.   Nei campi del Sagrantino, l’uva umbra Si tratta di un areale produttivo molto piccolo con terreni che digradano dolcemente lungo i profili collinari che portano la fascia altimetrica di coltivazione dai 220 m. s.l.m. ai 472 dei rilievi collinari […]

Leggi tutto »
Peter Heilbron: da Milano all’Umbria, per fare vini ‘glam’

Peter Heilbron: da Milano all’Umbria, per fare vini ‘glam’

di Vittorio Ferla   Arriviamo a Tenuta Bellafonte, a pochi minuti da Bevagna, dopo aver attraversato il cuore più riservato della campagna umbra. Qui è possibile trovare luoghi incantevoli come il minuscolo e delizioso borgo di Torre del Colle che merita davvero una visita. Da Torre del Colle si aprono panorami dolci, fatti di colli e poggi che si alternano a boschi, incastonati tra vigne e uliveti.   Vini di qualità: il destino nel nome “Il nome Bellafonte nasce quasi per gioco. Il mio cognome, di origine tedesca, è Heilbron. Significa ‘fonte di salute’ (heil significa benessere, anche bellezza in […]

Leggi tutto »
Tenuta Antonelli: quando il Sagrantino si veste elegante

Tenuta Antonelli: quando il Sagrantino si veste elegante

di Vittorio Ferla   Montefalco, Umbria. Una vecchia coorte agricola longobarda. La struttura dove il vescovo di Spoleto ebbe la residenza estiva per sei secoli, dal XIII al XIX. La chiesetta di San Marco che dà il nome alla tenuta. Siamo nell’azienda agricola di Filippo Antonelli, al centro della zona Docg del Sagrantino. La proprietà – che fu acquisita nel 1881 dal bisnonno spoletino che faceva l’avvocato a Roma – può contare oggi su 175 ettari.   Sulle colline di Montefalco “Da qui si vedono la rocca di Spoleto, i Colli Martani, il paese di Gualdo Cattaneo. A Nord c’è […]

Leggi tutto »
I vini della cantina Scacciadiavoli: il Montefalco antico e nuovo

I vini della cantina Scacciadiavoli: il Montefalco antico e nuovo

di Vittorio Ferla   Spumante Brut Rosè Metodo classico Poche bottiglie per un esperimento di spumantizzazione del Sagrantino – crediamo unica nella zona – che ci è piaciuta molto. Vendemmia a mano nella prima decade di settembre. Classica lavorazione da metodo classico. In bottiglia “sur lies” per almeno 24 mesi. Perlage fine. Colore buccia di cipolla con una tonalità arancione intensa. Naso floreale e agrumato, con lieve nota di scorza di pane. Ingresso fresco, struttura consistente, assai piacevole e versatile, con retrogusto intenso di arancia rossa e di pompelmo rosa. Ci pare ideale da sorseggiare da solo come aperitivo. Allo […]

Leggi tutto »
A Montefalco la terra premia il lavoro. E il vino “Scacciadiavoli”

A Montefalco la terra premia il lavoro. E il vino “Scacciadiavoli”

di Vittorio Ferla   “Questa cantina ha una storia antica. Nasce nel 1884 per iniziativa del principe Ugo Boncompagni Ludovisi. La famiglia aveva possedimenti in Abruzzo, nel Lazio e in Toscana. Erano in cerca di un luogo dove creare un vero e proprio ‘stabilimento’ del vino, con una logica che per l’epoca era quasi industriale. Il principe scelse così questo territorio. I Boncompagni Ludovisi avevano studiato a Bruges e avevano esperienza delle terre di Bordeaux. Sapevano come fare. Crearono un complesso enologico imponente e molto moderno per l’epoca. Nel 1897 mio nonno Amilcare lavorava qui come operaio e percepiva 1 […]

Leggi tutto »
Il Dolcetto di Clavesana: il Piemonte autentico, tra arte e vino

Il Dolcetto di Clavesana: il Piemonte autentico, tra arte e vino

di Vittorio Ferla   “Lavoro a Clavesana da 42 anni. Ne conosco molto bene la storia. Nel 1959 qui si partì con 32 viticultori. Oggi sono in tutto 280. L’area della cooperativa conta 400 ettari. Di questi, l’80% è dedicato al Dolcetto. Il restante 20% si divide tra Barbera (25 ha) e Nebbiolo (16 ha). Produciamo 10 mila ettolitri di vino. Più di 9 mila come docg Dogliani”. A parlare è Anna Bracco, direttore generale di Cantina Clavesana dal 2002 ad oggi. Clavesanese doc, Anna Bracco era approdata in Clavesana nel 1975, ricoprendo differenti ruoli. Sotto la sua guida Clavesana […]

Leggi tutto »
Tenuta Bastonaca: una giovane azienda nel cuore del Cerasuolo di Vittoria

Tenuta Bastonaca: una giovane azienda nel cuore del Cerasuolo di Vittoria

di Vittorio Ferla   La zona del Cerasuolo di Vittoria – l’unica docg siciliana – è una tra le più interessanti in Sicilia. Ma ancora tutta da scoprire. Da qui verranno certamente, nei prossimi anni, importanti soprese per l’enologia dell’isola.   Nelle campagne di Vittoria, in provincia di Ragusa All’interno di quest’area così ricca di potenzialità abbiamo incrociato i vini di una giovane azienda, gestita da Silvana Raniolo, che si dedica al settore marketing e comunicazione, e dal marito Giovanni Calcaterra, più attento alla vita dei campi e alla ristrutturazione della cantina. Il nome dell’azienda – Tenuta Bastonaca – deriva […]

Leggi tutto »
Elmo: il nuovo vitigno autoctono della Valpolicella

Elmo: il nuovo vitigno autoctono della Valpolicella

Si chiama Elmo ed è una nuova varietà a bacca rossa, scoperta da Cantina Valpantena Verona in un piccolo vigneto della Valdonega, area collinare che sovrasta il centro cittadino della città scaligera.   Un’uva di nome Elmo Il ritrovamento risale ancora al 2009, ma solo in questi giorni si è conclusa l’attività di identificazione. Un’uva dai grappoli spargoli e acini scuri, ricchi di polifenoli e antociani: l’analisi molecolare ha dimostrato che non ha nessuna associazione con varietà finora conosciute.  Le è stato quindi dato il nome di Elmo.  Contemporaneamente, il vitigno è stato individuato anche a Valgatara, nel comune di […]

Leggi tutto »