Vitigni d’Italia: l’Amarone

Vitigni d’Italia: l’Amarone

di Marco Nocella L’Amarone della Valpolicella è un vino rosso che si ricava dall’appassimento delle uve sui cosiddetti graticci per un periodo variabile fra i trenta e i novanta giorni e viene poi invecchiato in botti di rovere e successivamente in barrique. Tutto ciò conferisce all’Amarone caratteristiche organolettiche particolari, un’elevata gradazione alcolica, minimo 14°, che lo rendono uno dei vini italiani con maggior struttura e potenza. Ha un colore rosso rubino, talvolta tendente al granata, con i suoi profumi incredibilmente complessi: fiori, frutta matura rossa e nera, spezie. È il più originale dei grandi rossi italiani per la tecnica produttiva […]

Leggi tutto »
Vitigni d’Italia: il Vermentino

Vitigni d’Italia: il Vermentino

di Marco Nocella Il Vermentino è un vitigno a bacca bianca che viene allevato nelle zone costiere del Mediterraneo dalla Spagna alla Toscana, comprese le isole di Sardegna e Corsica. Originario della Spagna, si è poi diffuso in Corsica verso il XIV secolo e successivamente in Liguria. In Corsica ha lo stesso nome dalla Malvasia, Malvoisie, e in Francia assume la denominazione di Malvoisie Précoce d’Espagne o Malvoisie à Gros Grain. Questo fa supporre che il Vermentino sia una sua sottovarietà: la conferma verrebbe dal fatto che esiste sia una Malvasia Nera che un Vermentino Nero, coltivato nella Lunigiana ai […]

Leggi tutto »
Vitigni d’Italia: il Merlot

Vitigni d’Italia: il Merlot

di Marco Nocella Il Merlot è un vitigno ad uva nera originario, come i cugini Cabernet Franc e Cabernet Sauvignon del cosiddetto taglio bordolese, della regione francese a Nord di Bordeaux: il Médoc. Fa parte dei cosiddetti vitigni internazionali e in Italia viene coltivato praticamente in tutte le regioni, soprattutto nel Nord-Est: venne impiantato per la prima volta nel 1880 nel Friuli dal senatore Gabriele Luigi Pecile presso le sue aziende di San Giorgio della Richinvelda e di Fagagna e dal conte Savorgnan di Brazzà grazie al quale dimostrò il proprio valore vincendo la medaglia d’oro all’esposizione di Cividale del […]

Leggi tutto »
Canederli tirolesi con letto di cavolo rosso

Canederli tirolesi con letto di cavolo rosso

di Annamaria Lombardo Continua il nostro viaggio tra le regioni di Italia, non vi nascondo una particolare predilezione per tutto quello che viene dal Trentino Alto Adige, in particolar modo da quella parte di Trentino che viene denominata Sud Tirolo proprio perché al confine con la regione austriaca del Tirolo. Le influenze linguistiche, culturali, culinarie sono evidenti. E se pensiamo a questa regione, di sicuro salta alla mente il corroborante ristoro che si anela dopo una salita a piedi di estate ad alta quota o dopo una giornata passata con gli sci ai piedi. Spesso è un tripudio di sapori […]

Leggi tutto »
Vitigni d’Italia: l’Aleatico

Vitigni d’Italia: l’Aleatico

di Marco Nocella L’Aleatico è un vitigno a uva nera che viene coltivato in Toscana, Romagna, Lazio, Campania, Puglia e Sicilia la cui origine è molto dibattuta: secondo alcuni autori come Cosimo Trinci sarebbe stato introdotto dai Greci in Italia a partire dalla Puglia. A sostegno di questa tesi si pensa che l’antico nome di questo vitigno liatico o liatica, derivi dal vitigno greco liatiko coltivato nell’isola di Creta, che però risulta essere diverso dall’Aleatico. Un’altra ipotesi fa derivare il nome dal mese di maturazione delle uve, iouliatico che in greco significa luglio. Secondo Pier De Crescenzi l’origine del vitigno […]

Leggi tutto »
La ricetta degli involtini al latte

La ricetta degli involtini al latte

di Annamaria Lombardo La cucina regionale italiana ci regala ricette con prodotti di eccellenza che ci invidiano in tutto il mondo, la ricetta di oggi ci porta in Emilia Romagna con i suoi ingredienti base: la mortadella di Bologna IGP e il parmigiano reggiano DOP. La mortadella pare abbia origini antiche legate ai tempi dell’Impero Romano, nel Museo Archeologico di Bologna è conservata la prima testimonianza di quello che si ritiene essere stato un produttore di mortadelle: una stele di epoca romana imperiale nella quale sono raffigurati da una parte sette maialetti condotti al pascolo e dall’altra un mortaio con […]

Leggi tutto »
Vitigni d’Italia: Cabernet Franc e Cabernet Sauvignon

Vitigni d’Italia: Cabernet Franc e Cabernet Sauvignon

di Marco Nocella Il Cabernet è un vitigno a bacca rossa fra i più diffusi al mondo che è diventato famoso grazie all’affermazione dei vini del cosiddetto taglio bordolese: Cabernet Sauvignon, Merlot e talvolta Cabernet Franc. Esistono due varietà di Cabernet: il Cabernet Franc e il Cabernet Sauvignon, entrambi coltivati anche in Italia, che derivano dalla Vitis Biturica proveniente dall’Albania secondo quanto raccontato dallo scrittore dell’Antica Roma Columella e successivamente impiantato in Francia dai soldati romani. Dalla varietà originaria impiantata nella Gironda, la regione a nord di Bordeaux, nel corso del tempo sono stati selezionati diversi vitigni: oltre a Cabernet […]

Leggi tutto »
Crostone di pane rustico con cavolo nero

Crostone di pane rustico con cavolo nero

di Annamaria Lombardo Oggi si parla di cavoli. Ma quante volte viene usata questa parola con un uso figurativo che non porta solo alla cucina? Il termine deriva dal greco “kaulos” e significa fusto, stelo. I modi di dire legati all’ortaggio da sdoganare sono molti. Anche la simbologia si è occupata di esso. Basti pensare che nell’universo onirico degli antichi (ma anche dei moderni, quelli che ci credono almeno) il sogno animato dal cavolo implicava cattivo presagio, malumore tristezza, caduta della felicità. E questo perché il rango della pianta era (era?) ritenuto di scarsissimo profilo. Probabilmente anche il suo non […]

Leggi tutto »
Vitigni d’Italia: il Nero d’Avola

Vitigni d’Italia: il Nero d’Avola

di Marco Nocella Il Nero d’Avola o Calabrese è un vitigno a bacca nera coltivato in prevalenza in Sicilia dal quale si producono vini di buona gradazione alcoolica molto indicati per l’invecchiamento. Il nome Calabrese fa pensare che il vitigno non sia originario della Sicilia; in realtà esso nasce con molta probabilità da un errore nella traduzione in italiano della parola in dialetto siciliano calaurisi, dove calea significa uva e aulisi si riferisce alla città di Avola in provincia di Siracusa. Il territorio originario di questo vitigno è delimitato del triangolo formato dalle città di Eloro, Pachino e Noto, la zona […]

Leggi tutto »
Timballo di riso venere con vellutata di zucca

Timballo di riso venere con vellutata di zucca

di Annamaria Lombardo Le giornate di inverno diventano in questi giorni più luminose e lunghe, il freddo vince ancora e spesso in questo periodo dell’anno (abbiamo appena vissuto quelli che in gergo meteorologico vengono chiamati “giorni della merla” ovvero i giorni più freddi dell’anno) si desiderano pietanze calde che ritemprino stomaco e umori. La proposta di oggi è una classica vellutata di zucca impreziosita dall’accostamento cromatico e di sapore di un riso aromatico. Il riso scelto è un riso di varietà integrale chiamato Venere, nato dall’unione di un riso nero di origine asiatica e un riso padano italiano. Dal punto […]

Leggi tutto »