Life in Rosé: Casa Paladin per la ricerca contro il tumore al seno

Grazie al progetto Life in Rosé, devoluti 6.000 euro alla sezione di Treviso di LILT per contribuire al sostegno della ricerca sul tumore al seno.

Un impegno sincero, quello di Casa Paladin, casa vinicola di Annone Veneto dei fratelli Roberto e Carlo Paladin, che con i vini Bosco del Merlo Prosecco Rosé DOC e Pinot Grigio Rosé DOC supporta dal 2018 la LILT, Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, sezione di Treviso. Quest’anno è stato raggiunto il traguardo di 6 mila euro che, sommati a quelli raccolti dalle campagne precedenti, ha permesso di devolvere 11 mila euro per la ricerca sul tumore al seno.

Un risultato annunciato da Francesca, Roberto e Martina Paladin nell’ambito della conferenza stampa dove sono intervenuti Nelly Raisi Mantovani, Vice presidente LILT Treviso, il senologo Dott. Christian Rizzetto e i presidenti del Consorzio di Tutela Prosecco Doc Stefano Zanette e del Consorzio DOC Delle Venezie Albino Armani. Come sede è stata scelta la Proseccheria Ai Soffioni, nel cuore di Treviso, locale che si prefigge l’obiettivo di divenire per la città un centro della cultura di questo vino.

Casa Paladin è stata la prima azienda vitivinicola a supportare l’associazione con il progetto Life in Rosé, che devolve parte del ricavato delle vendite dei due rosati alla LILT Treviso, contribuendo così alla campagna Nastro Rosa per la prevenzione del tumore al seno. «Siamo fieri di aver dato vita a questo progetto – affermano Carlo e Roberto Paladin – e di essere stati la prima cantina a sostegno dell’Associazione LILT di Treviso. Il nostro obiettivo è accrescere giorno dopo giorno la community di sostenitori, sensibilizzando sempre più persone a queste tematiche per fare la differenza. “Più uniti, Più forti, Più rosa!” è il nostro slogan per la campagna, condivisa nei social con #lifeinrose.»

L’obiettivo è quello di informare sempre di più la popolazione sui rischi della malattia e sull’importanza della prevenzione. «In Italia una donna su 7 si è scontrata con il tumore al seno. – Ha affermato Nelly Raisi Mantovani. – Solo in Veneto nell’ultimo anno ci sono stati 880 nuovi casi. Il nostro motto è “Prevenire è vivere”, grazie ad una efficiente rete di volontari riusciamo a supportare i malati e a fare campagne di prevenzione».

Per promuovere sempre meglio Life in Rosé, la famiglia Paladin ha quest’anno avviato una grande campagna digitale, coinvolgendo personalità dello spettacolo, professionisti del settore Food & Beverage, influencer lifestyle e fashion del territorio veneto e nazionale. All’interno della campagna Life in Rosè sono stati inviati dei kit “in rosa” dedicati, con i vini ambasciatori della campagna Bosco del Merlo.

«La famiglia Paladin è una perfetta interprete della capacità veneta di fare e di vedere in lungo. – Ha affermato il presidente della DOC Delle Venezie Albino Armani. – Una capacità che ha permesso di arrivare a risultati internazionali straordinari, come la protezione del Pinot Grigio, vino conosciuto in tutto il mondo e legato alle Venezie». 

Una capacità che è ribadita dai numeri del Consorzio Tutela Prosecco Doc, che tutela il vino italiano diventato sinonimo di Made in Italy. «Accanto al successo consolidato del Prosecco Doc, la tipologia Prosecco Doc Rosé, introdotta solo lo scorso anno, ha registrato un successo straordinario, arrivando in 12 mesi a 70 milioni di bottiglie certificate. – ha aggiunto il Presidente Zanette – Il nostro impegno sarà sempre più dare valore al prodotto».