Ecco a voi “Rosè: femminile plurale”

Rosè: femminile plurale è stato il primo evento dell’anno con cui GnamGlam inaugura la collaborazione con Onav. La serata, dedicata ai vini rosati, è andata benissimo: siamo stati felici di aver incontrato tante persone che ancora non conoscevamo e che ci hanno detto di voler presto ripetere.

 

schermata-2016-09-12-alle-16-08-45rosati sono vini di grande fascino e versatilità, capaci di mille abbinamenti, quasi sempre freschi e intriganti, spesso molto eleganti.

I vini rosati sono ricchi di storia: per alcune regioni italiane – come, tra le altre, la Puglia, l’Abruzzo e il Veneto – sono veri e propri cardini della viticoltura locale, apprezzati in tutto il mondo. In verità, tutte le regioni italiane riescono a offrire rosati eccellenti.

 

Abbiamo pensato di proporre alcune versioni di questo vino speciale per scoprire insieme quanto possa essere suggestivo e di tendenza, lanciando l’evento su Radio Godot nel corso della trasmissioneFoodie in Town” (ascoltateci!).

 

Il percorso di degustazione è stato guidato da Alessandro Brizi, giornalista e docente Onav e i vini che abbiamo proposto sono:

 

Rosalaura – Colombarda – Emilia Romagna

Cantalupi Rosato Salento Igp – Conti Zecca – Puglia

Etna Rosato Doc – Pietradolce – Sicilia

Rosato Toscana Igp – Gentili – Toscana

Bardolino Chiaretto Classico – Marchesini – Veneto

 

Lo chef della serata – che ci ha proposto gli abbinamenti con un menu degustazione molto interessante – è stato Gian Paolo di Cosa ti cucino oggi.

 

E ora fatevi un giro nella gallery: le belle foto scattate a Rosè: femminile plurale sono di Luca Brunetti.